I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari

Scritto da: Giulia Raciti
Aggiornato: Giugno 8, 2024

15 parchi eccezionali dove fare meravigliosi safari in Africa

Quando si pensa all'Africa la prima esperienza che viene in mente è sicuramente il safari. Dove infatti se non in questo gigantesco e meraviglioso continente si può vivere a contatto con la natura e avvistare alcuni degli animali più iconici della savana?

Ogni Paese africano è diverso dagli altri. Alcuni Paesi sono votati prevalentemente ai safari, come per esempio la Tanzania, il Kenya, lo Zambia e lo Zimbawe. Altri invece offrono eccezionali opportunità di safari ma in contesti di viaggio più ampi, è il caso della Namibia, del Sudafrica o dell'Uganda.

Non tutti i Paesi sono uguali e non tutti i safari offrono le stesse esperienze, quindi quali sono i parchi safari migliori d'Africa dove fare safari? E cosa sapere di ognuno? In questo post troverete non solo una lista dei principali parchi safari del Continente (che non vuol dire che siano tutti, è vero il contrario) ma anche alcuni consigli e cose da sapere prima di sceglierne uno.

Mappa dei migliori parchi safari in Africa
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 15

Parco Nazionale del Serengeti (Tanzania)

Il Parco Nazionale del Serengeti è probabilmente il parco nazionale safari più famoso d'Africa, oltre ad essere il vincitore per 5 anni di fila del premio Miglior parco d'Africa ed una delle 7 meraviglie del mondo. Ma cosa rende questo gigantesco parco così speciale?

Anche se la maggior parte delle persone identifica il Serengeti con la Grande Migrazione, i motivi per fare game drive in questo parco sono molti altri.

Il Parco è grandissimo, si estende infatti su circa 15,000 chilometri quadrati, potete guidare per giorni nel parco senza tornare mai in un luogo già visto. Nel parco vivono i Big 5, tra cui alcune specie in estinzione, come il Rinoceronte nero ed il licaone (wild dog).

Il suo nome in lingua Maa significa "pianura infinita" ed è infatti questo quello di cui farete esperienza. Un'avventura in una immensa savana dove, pur viaggiando in alta stagione, potreste incontrare poche auto perchè c'è spazio per tutti.

Idee di safari nel Serengeti
Date un occhio al alcune idee safari in Tanzania che includono anche il Serengeti e pianificate il vostro safari su misura con il travel designer.

Miglior periodo per andarci

Il Serengeti è stupendo 12 mesi l'anno, anche durante la stagione delle grandi piogge, Aprile e Maggio, quando la natura diventa verde e rigogliosa. Tuttavia i mesi migliori vanno da Giugno a fine Ottobre (periodo secco e freddo) e da Gennaio a metà Marzo (quando la migrazione si trova nella zona di Ndutu) ovvero nei mesi delle piccole piogge.

Alcune cose da sapere quando si organizzare un safari nel Serengeti

  • Il Serengeti è molto grande ed è anche piuttosto distante da Arusha (8 ore di auto). Per questo motivo si consigliano almeno 4 giorni per poterlo includere in itinerario. Date un occhio alla nostra idea di 4 giorni safari che include il Parco Nazionale del Serengeti.
  • Per raggiungere il Serengeti centrale si deve obbligatoriamente passare dall'area di conservazione Ngorongoro (quindi pagando anche le tasse del parco pur essendo di solo passaggio) abbinandoci un game drive nel cratere Ngorongoro
  • Durante i giorni di game drive nel Serengeti si dorme sempre dentro il Parco Nazionale perchè proprio a causa delle dimensioni e le distanze non ci sono alternative fuori (o dove ci sono sono in zone poco pratiche e comode)
  • Non è possibile visitare il Nord del Serengeti dal Central Serengeti in giornata perchè serviranno circa 4/5 ore di auto. La giornata di guida è piuttosto lunga facendo game drive en route e se si vuole arrivare fino al nord si farà game drive en route e si consiglia di dormire al nord almeno 2 notti.
Safari Serengeti
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 16

Area di Conservazione Ngorongoro ed il crater (Tanzania)

Un safari tra i parchi del nord della Tanzania in genere include anche un game drive nel cratere Ngorongoro, la caldera più grande del mondo ma anche l'unica popolata da animali. Secondo me questo è uno dei game drive più incredibili che si possano fare proprio per la particolarità del luogo. Non a caso è una delle Sette Meraviglie Naturali d'Africa ed è Patrimonio Mondiale dell'UNESCO dal 1979.

L'Area di Conservazione Ngorongoro faceva una volta parte del Parco Nazionale del Serengeti. Nel 1959, i due Parchi Nazionali furono divisi in due Aree Protette designate, con varie eccezionali qualità universali e status conservazionistici.

Ngorongoro è un'area di conservazione e non è un parco nazionale perchè qui la fauna selvatica può coesistere con i residenti Maasai che si spostano da un luogo all'altro alla ricerca di acqua e pascoli per il loro bestiame. Se durante un safari volete visitare un villaggio Maasai molto probabilmente la visita sarà fatta qui.

L'area di conservazione ospita oltre 25.000 grandi animali, tra cui elefanti, rinoceronti neri, bufali, zebù, ippopotami, leoni, leopardi, ghepardi, sciacalli, cani selvatici africani e tanti altri. Non troverete le giraffe, a causa della mancanza di foreste aperte che costituiscono il loro habitat naturale, ed i coccodrilli del Nilo, a causa dell'assenza di laghi o stagni adatti al loro stile di vita.

Miglior periodo per andarci

Grazie alle dimensioni contenute ed i suoi animali residenti questo luogo regala game drive indimenticabili tutto l'anno. Tuttavia i mesi migliori corrispondono ai mesi secchi, da Giugno ad Ottobre, quando gli animali si concentrano vicino alle pozze di acqua, e poi tra Gennaio e Marzo.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nell'Area di Conservazione Ngorongoro

  • L'area di conservazione Ngorongoro è sulla via di ingresso al Serengeti. Il game drive nel cratere non è obbligatorio, si può solo guidare in transito, ma si devono comunque pagare le tasse di ingresso. Vale la pena fare un piccolo sforzo economico ed includere anche la discesa al cratere.
  • Il central Serengeti dista circa 3 ore di auto dal cratere.
  • Ci sono poche strutture nell'area di conservazione, se si vuole dormire al suo interno si consiglia di prenotare con tanti mesi di anticipo. Sono ancora meno le strutture vista cratere. Come sopra, è importante prenotare con largo anticipo. Tuttavia, soprattutto per safari non particolarmente lunghi (6 o meno giorni) dormire nell'area di conservazione non è sempre la scelta migliore.
  • I game drive nell'area di conservazione si fanno solo in due luoghi: Cratere Ngorongoro e a Ndutu nei mesi della migrazione (tra Dicembre e metà Marzo).
  • A meno che non si faccia game drive a Ndutu, un giorno di game drive è sufficiente anche perchè nel cratere è possibile rimanere per un massimo di 6 ore.
  • Chi vuole spezzare le giornate di game drive con una giornata di trekking, nell'area di conservazione potete fare il trekking al cratere Empakaai (circa 6 ore di difficoltà moderata).
Gnu e zebre Ngorongoro
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 17

Nyerere National Park Tanzania/ Selous Game Reserve (Tanzania)

Il Nyerere National Park (ex Selous Game Reserve) è la più grande riserva protetta del continente africano, che copre un'area di 54.600 chilometri quadrati e comprende una vasta estensione di foreste, pianure erbose, montagne e boschi aperti. Questo parco è il secondo più grande santuario naturale d'Africa ed è stato istituito nel 1922.

Il parco è diviso in due sezioni principali dal fiume:

  • La parte settentrionale della riserva copre poco più di un terzo dell'area totale del parco, e la caccia è strettamente vietata. In questa sezione del parco infatti si fanno esclusivamente safari fotografici (che sono quelli che supportiamo). La zona settentrionale è caratterizzata da una natura incontaminata dove sarà facile immergersi nella bellezza naturale del parco.
  • La parte meridionale del fiume è divisa in vari blocchi di caccia, ognuno con una superficie di circa 1.000 chilometri quadrati. Noi non supportiamo i safari di caccia quindi quando parliamo di Selous ci riferiamo esclusivamente alla parte settentrionale.

La riserva offre numerose attività oltre i classici game drive. Le attività più popolari sono i walking safari e i boat safari. I walking safari sono escursioni a piedi guidate all'interno del parco, che offrono l'opportunità di apprezzare da vicino la bellezza e la serenità del luogo. Durante queste escursioni guidate, è possibile incontrare varie specie di animali tra cui elefanti e roditori.

I boat safari sono invece escursioni in barca lungo i canali d'acqua, come il fiume Rufiji, uno dei più grandi della Tanzania, duranti le quali potreste avvistare animali acquatici come i coccodrilli, gli ippopotami, e numerosi uccelli che popolano le rive del fiume.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare un safari nel Nyerere National Park corrisponde ai mesi secchi, da Giugno ad Ottobre. Il sud della Tanzania può essere più piovoso rispetto il nord. Tuttavia si svolgono safari con frequenza anche nei mesi delle piccole piogge, tra Gennaio e Marzo. Si sconsigliano i safari nei mesi delle grandi piogge perchè le strade possono essere interrotte e difficili.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nel Nyerere National Park

  • A differenza dei parchi del nord per cui la città di partenza deve essere Arusha in questo caso la città di partenza sarà Dar Es Salaam, rendendolo un safari ideale per chi pernotta a Zanzibar e vuole concedersi un safari breve, per esempio un safari di 3 giorni o un safari di 4 giorni.
  • Un safari in questo parco può essere sensibilmente più economico rispetto i parchi del nord anche perchè è possibile dormire poco fuori il parco.
  • Un safari nel Nyerere National Park (o Selous) è indicato a chi vuole fare dei game drive fuori dai circuiti turistici più popolari in zone meno turistiche e quindi con, generalmente, meno visitatori.
  • È possibile volare da Zanzibar al Selous per ottimizzare i tempi di guida. I costi dei voli interni costano circa $370 per persona one way, ma UnityAir offre dei last minute, da prenotare però in loco a pochi giorni dalla partenza e da pagare esclusivamente in contanti, al costo di $150 per persona (one way).
Selous game reserve
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 18

Riserva Nazionale Maasai Mara (Kenya)

Il Maasai Mara è tra le riserve naturalistiche migliori non solo dek Kenya, ma di tutta l'Africa. Il suo nome deriva dalla parola "Maasai", ovvero le tribù Maasai che abitano la zona, e la parola "Mara" che in lingua Maa significa "maculato", riferendosi agli alberi di acacie piatte che punteggiano il paesaggio nella maggior parte della riserva.

Se dovete scegliere un solo parco in Kenya il Maasai Mara è quello che consiglio. Qui potreste avvistare leoni, ghepardi, elefanti, rinoceronti, bufali africani, gnu, giraffe, zebre e molti altri animali residenti in questa meravigliosa disteza.

La riserva è anche luogo in cui è possibile avvistare Grande Migrazione, durante la quale grandi branchi di oltre un milione di gnu, zebre e altri animali selvatici, compresi i grandi felini, migrano verso nord nel Mara dal Parco Nazionale del Serengeti. Questa migrazione di solito avviene tra luglio e metà settembre.

Date un occhio ad alcune idee di safari in Kenya e pianificate il vostro su misura con il travel designer.

Idee di safari nel Maasai Mara
Date un occhio al alcune idee di safari in Kenya che includono anche il Serengeti e pianificate il vostro safari su misura con il travel designer.

Miglior periodo per andarci

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nel Maasai Mara

  • Molte persone ritengono che visto che il Maasai Mara confina con il Serengeti, che si trova in Tanzania, sia possibile passare la frontiera tra i due parchi. In verità non c'è frontiera ufficiale tra i due parchi ed i passaggi sono vietati. Per visitare entrambi i parchi ci sono delle soluzioni alternative ma potenzialmente dispendiose e che richiederanno molto tempo.
  • Chi visita il Maasai Mara se vuole risparmiare qualche cosina può dormire poco fuori il gate del parco, dove le strutture costano meno rispetto quelle dentro
  • Dal 2023 le tasse del Parco sono valide 12 ore se si dorme fuori dal parco e 24 se si dorme dentro, questo vuol dire che se si esce dal parco non sarà possibile poi rientrare senza pagare di nuove la tariffa.
  • In genere due o tre giorni al Maasai Mara sono sufficienti.
ghepardo Maasai Mara
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 19

Amboseli National Park (Kenya)

Se avete visto una foto che ritrae un elefante con allo sfondo il Kilimanjaro, questa foto è stata scattate nel Parco Nazionale dell'Amboseli (e non nel Parco Nazionale Kilimanjaro dove invece si fanno solo trekking). In parte questa sua posizione molto speciale, anche se la vetta del Kilimanjaro spesso è coperta, rende l'Amboseli uno dei parchi più belli e particolari del Kenya.

Il Parco Nazionale di Amboseli si trova nel distretto di Loitoktok, a poca distanza dal confine con la Tanzania, e si estende su un territorio di 392 chilometri quadrati nel cuore di un ecosistema ben più ampio, 8000 chilometri quadrati, che si estende oltre il confine tra Kenya e Tanzania.

L'ecosistema di Amboseli è famoso per essere il miglior luogo in Africa per avvistare grandi branchi di elefanti, oltre ad offrire la possibilità di entrare in contatto con i Maasai oltre che godere di viste spettacolari del Monte Kilimanjaro, la montagna più alta d'Africa.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per visitare il Parco nazionale di Amboseli è durante i mesi secchi che vanno da giugno a ottobre e da dicembre a gennaio. Durante questi mesi, le strade sono meno fangose e la vista sulle montagne del Kilimangiaro è più limpida-

I mesi di Novembre, Aprile e Maggio sono piuttosto piovosi e le strade possono essere molto fangose o difficli da percorrerre ma è un periodo eccezionale per avvistare i cuccioli degli animali.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nell'Amboseli

  • Se si vuole abbinare un safari in Tanzania l'Amboseli è piuttosto vicino alla frontiera e facilita gli spostamenti tra i due Paese
  • Sebbene la posizione del Parco sia effettivamente ai piedi del Kilimanjaro la vetta di questo non è sempre facilmente visibile visto che durante il giorno è spesse volte coperto. Solitamente la mattina presto ed al tramonto si libera e la vista diventa eccezionale
Amboseli Parco Nazionale
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 20

Lake Nakuru National Park (Kenya)

Il Lago Nakuru è uno dei migliori parchi nazionali safari del Kenya ed è una riserva della biosfera UNESCO. Il parco ospita una varietà di specie animali, compresi i fenicotteri che colorano il lago di rosa.

Oltre a essere un paradiso per gli amanti degli uccelli con oltre 400 specie di uccelli, il parco è anche un'importante destinazione per gli amanti della natura e per i safari, offrendo la possibilità di avvistare rinoceronti, giraffe di Rothschild, leoni, impala e altri animali. Il lago Nakuru è anche famoso per la sua bellissima scenografia, inclusi i ripidi dirupi rocciosi e le foreste dense che offrono punti panoramici per l'osservazione della fauna.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare un safari a lago Nakuru è durante la stagione secca, da giugno ad ottobre e da novembre a marzo, quando il clima è piacevole e ci sono buone opportunità di avvistare la fauna selvatica e gli uccelli.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari a Lake Nakuru

  • Lake Nakuru è un parco ricco di animali ma anche piuttosto piccolo. Un giorno di game drive è sufficiente.
  • In genere si include Lake Nakuru in un circuito con Maasai Mara ed Amboseli. Il circuito si può concludere in circa 6 giorni. Come questo itinerario.
Lake Nakuru fenicotteri
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 21

Parco Nazionale Kruger (Sudafrica)

Il Parco Nazionale del Kruger si estende per 19. 624 chilometri quadrati lungo il confine con il Mozambico nel cuore del Lowveld sudafricano. Questo parco è uno dei più grandi santuari faunistici al mondo, con una ricca diversità di flora e fauna.

All'interno del parco, gli alberi secolari, le varietà di vegetazione e la ricca fauna selvatica creano un ambiente incredibilmente diversificato. Il parco ospita oltre 147 specie di mammiferi, 500 specie di uccelli, 116 specie di rettili, 34 specie di anfibi, 49 specie di pesci, 457 tipi di alberi e arbusti, 1.500 piante più piccole e numerosi insetti.

Il parco dispone di una rete di strade di 2.600 chilometri che permettono di esplorare i vari habitat, senza la necessità di avere una guida, anche se almeno un game drive con guida è sempre altamente consigliato. Il parco è diviso in diverse regioni, ognuna con la propria caratteristica flora e fauna. Ad esempio, le regioni del sud ospitano una maggiore densità di leoni e leopardi, mentre le regioni settentrionali sono conosciute per grandi branchi di elefanti e popolazioni di rinoceronti.

Tra gli animali più iconici e popolari ci sono i "Big Five", ovvero il leone, l'elefante, il rinoceronte, il bufalo e il leopardo. Non mancano tanti altri animali come i ghepardi, zebre, giraffe, ippopotami, coccodrilli, istrice, impala, kudu. Gli appassionati di birdwatching saranno felici di sapere che qui vivono oltre 500 specie di uccelli.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare un safari nel Parco Nazionale del Kruger è durante i mesi secchi dell'inverno, da Maggio ad Ottobre. Durante questa stagione, la vegetazione si riduce, rendendo gli avvistamenti degli animali più facili visto che tendono a concentrarsi intorno ai punti d'acqua e ai fiumi.

Durante i mesi estivi, da ottobre ad aprile, le temperature possono diventare molto calde e umide, e la vegetazione può essere più fitta, rendendo un po' più difficile l'avvistamento degli animali.

Rinoceronte nel Kruger
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 22

Parco Nazionale Etosha (Namibia)

Il Parco Nazionale di Etosha si trova nella regione di Kunene in Namibia ed è così chiamato per la grande salina che costituisce il 23-25% della sua area. Il suo nome infatti significa "grande posto bianco".

La salina, che un tempo era un lago, si estende per 4,760 km quadrati e durante le forti piogge attira numerosi uccelli acquatici, tra cui i fenicotteri.

Questa regione è caratterizzata da una varietà di ambienti, tra cui deserti salini, savane e boschi, che costituiscono l'habitat di una grande varietà di specie, rendendo il parco uno dei luoghi migliori per l'avvistamento della fauna selvatica in Africa. Con oltre 110 specie di mammiferi, rettili e una grande varietà di uccelli, durante un game drive vi imbatterete in numerosi animali, tra cui elefanti, rinoceronti, leopardi, leoni, ghepardi, antilopi, giraffe.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare game drive nel Parco Nazionale di Etosha è da maggio a settembre, durante i mesi più freddi ma anche secchi in Namibia. Durante questo periodo, la fauna selvatica di Etosha si riunisce attorno alle pozze d'acqua.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nell'Amboseli

  • I lodge all'interno del Parco sono di proprietà governativa ed in seguito al Covid hanno peggiorato un po' i servizi, in particolare la cucina. In genere un'alternativa valida è dormire in uno dei numerosi lodge poco fuori dal parco. Queste strutture potrebbero essere di qualità molto inferiore rispetto a quelle del resto del viaggio.
  • Se si vuole dormire dentro il parco è importante prenotare con largo anticipo e dotarsi di pazienza (a meno che non ci si affidi ad un tour operator) perchè i tempi di risposta sono molto lenti.
  • È possibile fare self drive nel parco, vi verrà data una mappa con i vari circuiti, ma è anche possibile partecipare a dei game drive con guida, generalmente organizzati dai lodge. In alta stagione sono da prenotare in anticipo.
  • Generalmente, i game drive mattutini e quelli del pomeriggio sono i più raccomandati, mentre durante le ore centrali della giornata è possibile sostare e aspettare l'avvistamento degli animali.
  • I game drive notturni a volte lasciano un po' delusi, valutate con attenzione se valga la pena farli o meno.
  • Due giorni in Etosha sono sufficienti. Se volete fare altri giorni di game drive consiglio di valutare delle riserve private non particolarmente distanti dall'Etosha.
Elefanti etosha Namibia
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 23

Moremi Game Reserve (Botswana)

La Riserva Faunistica di Moremi in Botswana è un'area incredibilmente diversa e ricca di flora e fauna. Si trova nel Delta dell'Okavango e copre circa il 40% dell'intera area del delta.

Moremi è noto per essere uno dei pochi sistemi deltaici interni al mondo che non sfocia direttamente nell'oceano o nel mare. La riserva ospita una straordinaria varietà di specie animali, tra cui il ghepardo, il rinoceronte bianco, il rinoceronte nero, il licaone africano e il leone, oltre a più di 500 specie di uccelli e oltre 1000 specie di piante.

L'Okavango River agisce come la linfa vitale del Delta dell'Okavango e della Riserva Faunistica di Moremi. Il fiume proviene dalle montagne dell'Angola, 1600 chilometri più a ovest, e si insinua in profondità in Botswana, creando l'oasi più grande dell'Africa.

La Riserva è stata istituita come area protetta nel 1963 dal popolo del Botswana, che ha cercato di proteggere la sua terra e la sua fauna. Questo ha portato allo sviluppo di politiche di ecoturismo e la sempre crescente costruzione di strutture a basso impatto ambientale, garantendo un'esperienza africana indimenticabile in uno dei luoghi più naturali e incontaminati del continente.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare un safari nella Moremi Game Reserve è la stagione secca ovvero da luglio ad ottobre quando le temperature sono più miti e gli animali si radunano intorno alle fonti d'acqua e alle pozze, quindi le opportunità di avvistamento sono maggiori. Durante la stagione delle piogge, da novembre a marzo, la vista del paesaggio lussureggiante è molto suggestiva, anche se le condizioni di avvistamento della fauna possono essere leggermente più complicate.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nella Moremi Game Reserve

  • Per raggiungere il Parco Nazionale di Moremi di solito si atterra all'Aeroporto Internazionale Maun. Da lì si può procedere tramite volo interno (piuttosto costoso) oppure ci si può organizzare per un trasferimento terrestre fino alla riserva.
  • Un safari nella riserva Moremi può essere costoso a causa dei servizi di trasporto, alloggio e attività di safari. Si consiglia di pianificare il budget in anticipo e di includere anche il costo dei permessi di ingresso al parco.
  • A Moremi ci sono quattro principali regioni che possono essere visitate in self-drive. Le aree sono South Gate, Third Bridge, Xaxanaka e Khwai North Gate. Se si opta per la visita con volo interno ad uno dei lodge (generalmente sono tutti di lusso) ovviamente i game drive saranno esclusivamente con guida.
Leoni Moremi Game reserve
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 24

Chobe National Park (Botswana)

Chobe National Park è una rinomata destinazione safari in Africa che offre eccezionali opportunità di avvistamento degli animali, in particolare di Elefanti . Il parco prende il nome dal fiume Chobe, che attraversa terreni sabbiosi, pianure alluvionali, foreste dense e boschi a foglie larghe, fornendo un habitat per una vasta gamma di fauna.

Il Chobe National Park è famoso per le sue grandi popolazioni di elefanti, enormi branchi di bufali, imponenti branco di leoni e una ricca avifauna. Il parco comprende diverse aree come la Chobe Riverfront, le Linyanti Marshes e Savuti, ognuna delle quali offre ecosistemi unici.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare un safari nel Parco Nazionale Chobe è durante la stagione secca, che va da Maggio ad Ottobre. Durante questo periodo, le temperature sono più moderate e la fauna selvatica si raduna intorno ai fiumi e alle pozze d'acqua. In particolare, il mese di settembre è considerato uno dei migliori mesi dell'anno.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nel Chobe National Park

  • Il punto di partenza comune per esplorare il Chobe National Park è la città di Kasane. Si può volare direttamente all'aeroporto di Kasane oppure raggiungerlo tramite trasferimento terrestre da Maun o Victoria Falls.
  • Ci sono diverse opzioni per esplorare il parco, tra cui safari in 4x4, crociere in barca lungo il fiume Chobe, safari a piedi e safari in mokoro (la tradizionale piroga botswana).
  • All'interno o vicino al parco ci sono diverse opzioni di alloggio, che vanno dai campeggi e lodge più semplici a lussuosi lodge e resort. È consigliabile prenotare in anticipo, specialmente durante l'alta stagione.
  • Da Kasane è possibile visitare le Cascate Victoria in un giorno
Elefanti nel Chobe
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 25

Okavango Delta (Botswana)

Il Delta dell'Okavango in Botswana è una straordinaria destinazione caratterizzata da una ricca fauna selvatica e da ecosistemi diversificati. Il delta è alimentato dalla vasta rete di fiumi provenienti dalle montagne dell'Angola, che scorrono per 1600 chilometri fino a raggiungere il deserto del Kalahari in Botswana senza mai raggiungere l'oceano. Queste acque fresche e limpide creano l'oasi più grande dell'Africa.

L'area del Delta dell'Okavango vanta una storia ricca, con la riserva istituita nel 1962 per proteggere la fauna selvatica e l'ecosistema. Oggi l'area prospera grazie all'ambiente protetto e all'eco-turismo di successo, offrendo esperienze autentiche e un impatto minimo sull'ambiente.

Il Delta dell'Okavango si distingue per la sua straordinaria diversità e ricchezza ecologica con una fauna che include gli "Big Five" (elefanti, leoni, bufali, leopardi e rinoceronti bianchi reintrodotti), ippopotami, gnu, giraffe, antilopi e più di 400 specie di uccelli tra cui il gru cedronella, l'airone a zampe gialle e l'airone scarlatto.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per visitare il Delta dell'Okavango in Botswana è durante la stagione secca, che di solito va da maggio a ottobre. Durante questa stagione, la fauna selvatica si raduna intorno alle fonti d'acqua, offrendo ottime opportunità di avvistamento. I mesi da luglio ad ottobre sono considerati i migliori.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari nell'Okavango Delta

  • Una delle esperienze più riconoscibili nell'Okavango Delta è il safari in mokoro, una tradizionale piroga botswana. Con questa imbarcazione silenziosa, è possibile esplorare i canali del delta e avvicinarsi alla fauna selvatica in modo discreto.
  • L'Okavango Delta offre anche l'opportunità di partecipare a escursioni a piedi guidate. Durante queste passeggiate guidate, è possibile esplorare il territorio a piedi e scoprire la flora e la fauna locali con l'accompagnamento di guide esperte.
  • Se si decide di passare la notte in campeggio nell'Okavango Delta, è importante essere consapevoli che le strutture possono essere piuttosto basiche. I campeggi offrono solitamente servizi di base come toilette a secco e docce con acqua fredda. Assicurarsi di essere preparati per un'esperienza di campeggio nel cuore della natura.
Elefante Okavango delta
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 26

Queen Elizabeth National Park (Uganda)

iIl Parco Nazionale Queen Elizabeth in Uganda è uno dei parchi più popolari del paese, noto per essere il luogo ideale per avvistare leoni, compresi quelli che scalano gli alberi. La sua posizione poi è perfetta se si alterna un gorilla tracking ad uno scimpanzè tracking.

Il Parco Nazionale Queen Elizabeth si estende su una superficie di 700 miglia quadrate ed è rinomato per la sua incredibile diversità di specie aviarie, con 618 specie di uccelli che lo rendono il sesto più diversificato al mondo e il primo in Africa. Inoltre il parco ospita 10 specie di primati, tra cui i scimpanzé, e 95 specie di mammiferi, inclusi i grandi animali.

Un'attività consigliata è la crociera nel Canale Kazinga popolato da ippopotami e coccodrilli del Nilo.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per fare un safari nel Queen Elizabeth National Park in Uganda è la stagione secca, che va da Giugno a Settembre. In questi mesi le piogge sono limitate e la vegetazione è più rada, consentendo una migliore visibilità della fauna e rendendo il safari esperienza più gratificante.

leone queen elizabeth uganfa
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 27

South Luangwa National Park (Zambia)

Il parco nazionale di South Luangwa in Zambia è una regione incontaminata dell'Africa nota per la sua autenticità e selvaggia bellezza. Questo parco offre un'esperienza di safari unica e molto emozionante, poiché rimane relativamente intatto dall'impatto dell'uomo.

La presenza del fiume Luangwa e dei suoi affluenti fornisce vita a un ecosistema ricco di fauna e flora, che cambia tra la stagione secca e quella delle piogge. Il parco è famoso per la straordinaria densità di animali, con avvistamenti di predatori come i leoni e i leopardi, e mammiferi iconici come elefanti, bufali e ippopotami.

Miglior periodo per andarci

Il periodo migliore per visitare il parco nazionale di South Luangwa in Zambia è durante la stagione secca, che va da giugno a ottobre. Durante questi mesi, le piogge sono scarse e il clima è più fresco, rendendo le condizioni ideali per il safari e per avvistare la fauna selvatica.

Si consiglia di evitare la stagione delle piogge, che va da novembre a marzo, in quanto le forti piogge possono rendere difficile l'avvistamento della fauna e i percorsi del parco potrebbero diventare impraticabili.

Leopardo Luangwa National Park
I migliori parchi safari in Africa - Una panoramica per scegliere la destinazione safari 28

Mana Pool (Zimbabwe)

Il parco nazionale di Mana Pools in Zimbabwe si trova nella regione settentrionale del paese, sulle rive meridionali del fiume Zambezi. Il parco è noto per la sua bellezza e la sua ricchezza di fauna selvatica, offrendo ai suoi visitatori l'opportunità di partecipare a safari a piedi e in canoa.

Questo sito, dichiarato Patrimonio dell'Umanità UNESCO, è rinomato per la grande presenza di ippopotami, coccodrilli, elefanti e una vasta gamma di uccelli acquatici. Il parco è caratterizzato da paesaggi puntellati da alberi di acacia e una variegata flora. Durante la stagione secca il parco presenta una delle concentrazioni di fauna selvatica più elevate in Africa.

Miglior periodo per andarci

Il miglior periodo per visitare il Parco Nazionale di Mana Pools in Zimbabwe è durante la stagione secca, che va da maggio a ottobre. Durante questi mesi, le piogge sono scarse e il clima è più fresco, rendendo le condizioni ideali per il safari e l'avvistamento della fauna.

Le temperature diurne possono essere calde, ma le notti tendono ad essere fresche. Si consiglia di evitare la stagione delle piogge, che va da novembre a marzo, quando le forti piogge possono rendere difficile l'avvistamento della fauna e i percorsi del parco potrebbero diventare impraticabili.

Alcune cose da sapere prima di organizzare un safari a Mana Pools

  • Mana Pools è situato in una zona remota dello Zimbabwe, lungo il fiume Zambesi. L'accesso può essere un po' difficile e può richiedere viaggi in fuoristrada su strade non asfaltate. Si consiglia di pianificare il trasporto con anticipo e potrebbe essere necessario l'uso di un'agenzia o di un operatore turistico specializzato.
  • Se si opta per alloggi di lusso o lodge nella zona di Mana Pools, è importante considerare che i costi possono essere molto elevati. È comunque possibile anche campeggiare purchè si viaggi a bordo di una 4x4 attrezzata con tenda.
  • Per sperimentare appieno la meraviglia di Mana Pools si consiglia di pianificare almeno un soggiorno di 3 o 4 giorni. Questo darà il tempo di esplorare la zona in profondità e partecipare a diverse attività di avvistamento.

Contatta Giulia per un preventivo su misura

Discuti la tua idea di viaggio con un travel designer e prenota direttamente con un operatore locale
Richiedi un preventivo
Avatar di Giulia Raciti

Scritto da Giulia Raciti

Ciao, sono Giulia Raciti, appassionata di viaggi in Africa e Latino America, continenti in cui ho viaggiato per anni scoprendone gli angoli più nascosti e meno turistici. Mi occupo di Travel Design e viaggi su misura alle Galapagos, Patagonia Argentina e viaggi tribali in Etiopia e safari in Tanzania.

Pianifica adesso la tua avventura

Personalizza la tua avventura di viaggio

Copyright © 2011-2022
Di proprietà di Giulia Raciti
P. IVA 03630400830

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a giulia@kipepeoexperience.com e verranno immediatamente rimosse.
Privacy Policy
Cookie Policy

Pianifica la tua avventura

Lasciati guidare dai consigli dei nostri esperti e disegna il tuo viaggio su misura.
Contatta i consulenti Kipepeo
Copyright © 2011 – 2024 Kipepeo Experience a cura di Giulia Raciti P. IVA 03630400830
chevron-down