Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni

Scritto da: Giulia Raciti
Aggiornato: Aprile 3, 2024

Cosa sapere per organizzare il tuo viaggio in Tanzania e Zanziabr alla perfezione

La Tanzania e Zanzibar incarnano l'esperienza africana per eccellenza, unendo l'avventura di safari straordinari, con il meraviglioso Serengeti ed il suggestivo cratere di Ngorongoro, al lusso di alloggi di qualità che mantengono una connessione intima con la natura circostante, alla bellezza sconfinata di spiagge paradisiache bagnate dalle acque cristalline dell'Oceano Indiano.

Non è un'incredibile coincidenza che la Tanzania sia una delle mete predilette per viaggiatori in Africa, affascinando non solo le coppie in viaggio di nozze, ma chiunque cerchi un'avventura eccitante e allo stesso tempo esotica. La pianificazione di un viaggio in Tanzania può sembrare un compito impegnativo, con molteplici aspetti da considerare e una moltitudine di preziose esperienze da scoprire.

Noi siamo esperti di safari in Tanzania ed il nostro obiettivo è aiutare ad orientavi in questo affascinante Paese, rendendo la vostra esperienza non solo memorabile, ma anche piacevole fin dall'inizio.

Se siete in fase di ricerca sono sicura che in questo post troverete molte risposte alle tante domande che vi state facendo, dai documenti necessari, a come organizzare al meglio il tuo safari e come scegliere la spiaggia perfetta a Zanzibar per qualche giorno di completo relax.

Viaggio in Tanzania: consigli pratici prima di organizzare il viaggio

Prima di entrare nel vivo della pianificazione vera e propria ci sono alcune cose molto importanti che dovete tenere a mente.

  • Visto per la Tanzania: Si consiglia di richiedere il visto in anticipo sul sito ufficiale del Governo Tanzania: https://visa.immigration.go.tz/ . In alternativa potete richiedere seguendo la procedura in lingua italiana, con questionario facilitato ed assistenza del Consolato Onorario a Milano: 
    https://www.consolatotanzania.org/visti-online/. Il visto costa $50 per persona (adulti e bambini) e permette di rimanere nel Paese fino a 90 giorni.
  • Assicurazione sanitaria: Da Maggio 2023 è obbligatorio stipulare un'assicurazione medica di viaggio prima di entrare nel Paese. Consiglio di chiedere un preventivo a HeyMondoAXAAllianz
  • Passaporto: Per entrare in Tanzania è obbligatorio avere un passaporto con validità di almeno 6 mesi dal momento di ingresso.
  • Pagamenti e carte di credito:

Da sapere - Prelevare e pagare con carta in Tanzania
La Tanzania è prevalentemente un Paese dove i pagamenti si fanno in contanti. L'utilizzo delle carte di credito è rato e chi le accetta nella maggior parte dei casi applica delle commissioni fino al 5% sul totale della transazione. È consigliato avere sempre del contante con sè. È possibile prelevare scellini tanzani ma i bancomat fanno prelevare un massimo di 300.000 scellini (circa €130) e applicano commissioni di prelievo. Consiglio di dotarsi di carte gratuite ricaricabili come Revolut che hanno ottimi tassi di prelievo. Se viaggiate con dollari americani, assicuratevi che le banconote siano state emesse dopo il 2010 o non verranno accettate, neanche in banca.

ippopotami tanzania
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 14

Quando andare in Tanzania e Zanzibar

La Tanzania è una destinazione che si presta a viaggi durante tutto l'anno, anche se vi sono periodi più indicati rispetto ad altri, ciascuno caratterizzato da vantaggi e svantaggi propri.

In generale, il periodo che va da giugno a ottobre è quello più popolare tra i turisti, nonché il più costoso. Questi mesi, conosciuti come la stagione secca, seguono i periodi di piogge intense e presentano un clima mite. Durante la notte, in zone come Ngorongoro e il Serengeti, le temperature possono scendere notevolmente e le piogge sono piuttosto rare.

Novembre è visto come un mese di transizione con brevi acquazzoni stagionali. Le precipitazioni, in genere, si limitano a una o due ore nel tardo pomeriggio e non incidono significativamente sulle attività turistiche, con il vantaggio di prezzi più contenuti rispetto ai mesi precedenti.

Il periodo festivo che include Natale e Capodanno, e si estende fino a metà marzo, segna il ritorno dell'alta stagione. In questo lasso di tempo, si possono verificare piogge intermittenti, le temperature sono piuttosto elevate e si verifica la migrazione annuale degli animali nella zona di Ndutu.

Infine, i mesi che vanno da metà marzo a metà maggio rappresentano la bassa stagione, coincidendo con le grandi piogge. Questo intervallo può essere assai piovoso, i parchi nazionali e Zanzibar vedono un calo di visitatori, e di conseguenza, sia i safari che i soggiorni balneari tendono ad essere meno costosi durante questi mesi.

safari tarangire
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 15

Cosa vedere in Tanzania e Zanzibar

Nonostante la vastità territoriale della Tanzania, i viaggiatori, anche con limiti di tempo, spesso riescono a esplorare molti dei suoi magnifici luoghi di interesse. Di solito, chi trascorre un paio di settimane in vacanza preferisce dividere il proprio tempo tra avventurosi safari e il relax sulle spiagge incontaminate.

Prima di immergerci nel mondo della pianificazione del safari, esamineremo alcuni luoghi che potreste desiderare di integrare nel vostro itinerario, specialmente se avete a disposizione più di due settimane di vacanza.

Troverete assente l'elenco di città, poiché in Tanzania, con l'eccezione di Stone Town che è decisamente degna di una visita per la sua bellezza unica, le altre città tendono ad essere punti di transito per accedere ai safari o alle isole, più che destinazioni turistiche di primaria attrazione.

Parchi Nazionali nord e Sud della Tanzania

Entrerò nello specifico del safari in Tanzania nei paragrafi a seguire ma sicuramente chi viaggia in Tanzania sceglie questo Paese come destinazione di viaggio principalmente perchè vuole fare dei safari. I parchi non mancano, ma in genere i circuiti safari sono quello nord e quello Sud.

Tra i parchi principali ecco i principali:

  • Parco Nazionale del Serengeti: Famoso per la spettacolare migrazione annuale di milioni di gnu e zebre, il Serengeti è uno dei parchi nazionali più celebri al mondo. La vastità delle sue pianure erbose offre anche habitat a leoni, leopardi, elefanti, rinoceronti e bufali.
  • Area di Conservazione Ngorongoro: Un'area unica che integra la conservazione della fauna selvatica con le attività umane. Il cratere di Ngorongoro, al suo interno, è una caldera vulcanica estinta che ospita una straordinaria varietà di animali, inclusi alcuni dei pochi rinoceronti neri rimanenti, in un ambiente quasi autocontenuto.
  • Parco Nazionale del Tarangire: Conosciuto per le sue antiche baobab e le grandi mandrie di elefanti, il Tarangire offre paesaggi diversificati e una ricca avifauna. Durante la stagione secca, gli animali si radunano intorno al fiume Tarangire, creando densità di fauna selvatica rivali solo al Serengeti.
  • Parco NAzionale di Lake Manyara: Piccolo ma eccezionalmente diversificato, il Lake Manyara è famoso per i suoi leoni arboricoli, le centinaia di specie di uccelli e la variegata vegetazione che va dalla foresta pluviale alle savane.
  • Riserva del Selous: Una delle più grandi aree faunistiche protette dell'Africa, il Selous (noto ora come Riserva Faunistica di Nyerere), è rinomato per i safari a piedi e in barca lungo i suoi meandri fluviali, ospitando ampie popolazioni di elefanti, coccodrilli, ippopotami e una varietà di predatori.
  • Parco Nazionale Ruha: Conosciuto per la sua selvaggia bellezza, Ruaha è il più grande parco nazionale della Tanzania. La presenza del fiume Ruaha attrae densità significative di leoni, ghepardi e un'insuperabile varietà di antilopi.
  • Parco Nazionale Gombe: Famoso grazie alle ricerche di Jane Goodall sui comportamenti dei primati, il Gombe è il paradiso per gli appassionati di scimpanzé. Questo parco offre anche la possibilità di escursioni in ambienti forestali e la vista sul Lago Tanganica.
Gnu e zebre Ngorongoro
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 16

Trekking sul kilimanjaro

Il Monte Kilimanjaro, la montagna più alta d'Africa, può essere affrontato attraverso sette principali percorsi, ognuno offrendo una sua unica combinazione di bellezza, sfide e ricompense.

  • Il percorso Lemosho è celebrato per le sue viste mozzafiato ed è favorito da molti scalatori per la sua pittoresca salita lungo il versante occidentale.
  • Il percorso Machame, spesso definito come la via del "Whisky", è noto per la sua popolarità e varietà di paesaggi, ascendendo il versante meridionale.
  • Per coloro che cercano un'esperienza più tradizionale con sistemazioni in capanne, il percorso Marangu è l'unica opzione, che conduce gli scalatori lungo il versante orientale della montagna.
  • La via Rongai, l'unico percorso che si avvicina da nord, presenta un viaggio più solitario verso la cima.
  • Il percorso Shira, simile al Lemosho per il suo approccio occidentale, si distingue per un punto di partenza più elevato.
  • Il Circuito Nord porta gli scalatori in un viaggio estensivo attorno alla facciata settentrionale del monte, rendendolo il percorso più lungo sul Kilimanjaro.
  • Il percorso Umbwe è la sfida più breve e ripida, adatta all'avventuriero audace in cerca di una prova più severa sul versante meridionale.

È anche possibile organizzare un solo giorno di trekking, seguendo la prima tappa del circuito, ma ricordate che è un trekkign impgnativo e faticoso.

SI FANNO GAME DRIVE A KILIMANJARO?
Non si fanno game drive a Kilimanjaro. Il Parco Nazionale Kilimanjaro è votato esclusivamente al trekking. Molte persone si fanno "ingannare" da una celebre foto di un elefante con il Kilimanjaro allo sfondo. Quella foto è vera, ma non è fatta in Tanzania, bensì al Parco Nazionale Amboseli che si trova in Kenya.

Homestay con i Maasai

Per chi desidera immergersi in un'esperienza autentica e intima con le tribù Maasai della Tanzania, esistono diverse opzioni in grado di soddisfare tutti i tipi di viaggiatori e la disponibilità di tempo. Coloro che dispongono di poco tempo e possono dedicare solamente una notte al villaggio Maasai potrebbero considerare un soggiorno di un giorno e una notte in un villaggio Maasai a Longido, posizionato tra il maestoso Monte Kilimanjaro e il Monte Meru.

Chi ha la possibilità di trascorrere 6 giorni o più, c'è l'opportunità di addentrarsi nel cuore profondo della Tanzania, nella regione di Tanga, dove è possibile vivere per più giorni un'esperienza profondamente genuina, lontani dai sentieri battuti dal turismo di massa.

Data la lontananza della regione sia da Arusha che da Dar Es Salaam, si raccomanda un soggiorno di almeno 6 notti per apprezzare pienamente l'immersione nella cultura Maasai in questa zona remota.

Maasai Tanzania
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 17

Le isole della Tanzania

La Tanzania offre non solo alcuni tra i parchi nazionali più spettacolari del continente africano, ma si fa apprezzare anche per le sue isole paradisiache, spesso meta finale di numerosi viaggiatori alla ricerca di relax dopo l'avventura safari. Di seguito, una panoramica migliore e descrizioni brevi di ciascuna delle principali destinazioni isolane:

  • Unguja (conosciuta come Zanzibar) - Posizione: Parte dell'arcipelago di Zanzibar, situata nell'Oceano Indiano.Unguja, comunemente nota come Zanzibar, è il cuore pulsante dell'arcipelago, famosa per le sue spiagge di sabbia bianchissima, le acque turchesi e i ricchi fondali corallini. Stone Town, Patrimonio dell'Umanità UNESCO, è un intrico di stretti vicoli, ricca di influenze culturali arabe, persiane, indiane e europee. Tra spezi profumati, mercati colorati e una storia avvincente, Zanzibar offre un perfetto equilibrio tra avventura e relax.
  • Isola di Pemba - Posizione: A nord di Unguja nell'arcipelago di Zanzibar. Meno conosciuta rispetto alla sua sorella maggiore, l'Isola di Pemba è un paradiso per gli appassionati di immersioni e snorkeling, grazie alle sue acque cristalline e alla straordinaria biodiversità marina. L'isola è anche rinomata per la sua produzione di chiodi di garofano e per il suo paesaggio incantevole, contraddistinto da colline ondulate e lussureggianti piantagioni di spezie. Perfetta per chi cerca tranquillità e un'autentica esperienza in mezzo alla natura.
  • Isola Mafia - Posizione: Al largo della costa sud-orientale della Tanzania, nel canale di Mafia. L'Isola Mafia è una gemma nascosta, nota per la sua bellezza incontaminata e per essere un'oasi di pace lontano dalle folle. Il Parco Marino dell'Isola di Mafia, con i suoi vibranti coralli e la sua diversificata vita marina, offre alcune delle migliori esperienze di immersione e snorkeling in Africa. L'isola invita i suoi visitatori a immergersi in un'atmosfera rilassata, tra esplorazioni marine, passeggiate nella natura e la scoperta della ricca cultura locale.
spiaggia nungwi
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 18

Il safari in Tanzania

Un safari in Tanzania è un'esperienza eccenzionale. Il Paese è casa del rinomato Serengeti e del cratere Ngorongoro, la calderà più grande del mondo popolata da animali selvativi. Dove potreste vivere questa esperienza unica e non replicabile altrove?

Siamo andati nello specifico dell'organizzazione safari nel post dedicato a riguardo sulla pianificazioine di un safari in Tanzania, ma qui riassumo in breve le cose importanti da sapere prima di prenotarne uno.

I circuiti safari ed i parchi nazionali

La Tanzania è rinomata come una delle mete più affascinanti per i safari in Africa, grazie alla sua abbondanza di parchi nazionali e alla varietà di circuiti safari disponibili. I percorsi si dividono principalmente in circuito Nord e circuito Sud.

Il circuito Nord, celebre per ospitare gioielli come il Parco Nazionale del Serengeti e il cratere del Ngorongoro, attira la maggior parte dei visitatori per le sue spettacolari opportunità di osservazione della fauna selvatica. In genere qui si consigliano almeno 6 giorni, come per esempio questo safari.

D'altro canto, il circuito Sud offre la possibilità di esplorare parchi meno conosciuti e frequentati, garantendo un'esperienza safari più intima e selvaggia, sebbene l'accesso possa essere più complicato a causa delle condizioni stradali non sempre ottimali.

Quest'ultimo circuito è particolarmente adatto a chi dispone di tempi limitati: ad esempio, è possibile organizzare un safari indimenticabile di 3 o 4 giorni nella riserva di Selous, rendendo l'itinerario di 4 giorni un'eccellente scelta per vivere l'essenza dell'Africa selvaggia in poco tempo.

Elefanti Serengeti
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 19

Quanti giorni servono per fare un bel safari in Tanzania?

La durata di un safari è variabile e viene influenzata da diversi elementi, incluso il numero di parchi che si desidera esplorare e il budget a disposizione per l'esperienza.

Un safari può essere breve e durare tra i 3 e i 4 giorni, ma per coloro che desiderano immergersi completamente nell'avventura, è possibile organizzare viaggi che si estendono a 10 giorni o più. È fondamentale considerare le ampie distanze che caratterizzano un safari, le quali spesso implicano diverse ore di viaggio.

Ad esempio, per vivere al meglio un safari nel Serengeti senza optare per i costosi voli che collegano direttamente i principali punti di accesso al parco, una durata di 3 giorni potrebbe rivelarsi insufficiente; saranno necessari almeno 4 o 5 giorni.

Questo perché il trasferimento da Arusha al Serengeti impiega circa 8 ore di auto, includendo il passaggio obbligatorio nell'area di conservazione Ngorongoro, motivo per il quale molti itinerari prevedono una tappa in questo sito e la discesa al cratere.

La programmazione dei voli di arrivo e partenza è cruciale nella pianificazione di un safari in Tanzania. Un travel designer esperto vi guiderà nella coordinazione del vostro viaggio, trovando il miglior equilibrio possibile tra tempo di percorrenza, visite ai parchi nazionali e durata totale dell'esperienza.

I costi di un safari in Tanzania

I costi associati a un safari in Tanzania sono influenzati da una varietà di fattori, che includono i parchi che si desidera esplorare, il numero dei partecipanti, la tipologia di sistemazione selezionata e la stagione in cui si viaggia.

Di conseguenza, non esiste un prezzo fisso, ma piuttosto una serie di stime che variano in base alle variabili menzionate. Per fornire una panoramica generale dei costi, possiamo basarci su un esempio che prevede due viaggiatori.

È importante notare che, qualora il safari includa un gruppo più numeroso, come di 4 o 6 persone, il costo totale per ciascun partecipante tende a ridursi, rendendo l'esperienza leggermente più economica per tutti.

  • In campeggio - A partire da $350 al giorno per persona
  • In campi tendati e lodge categoria moderata - A partire da $430 per persona al giorno
  • In campi tendati e lodge categoria upgrade - A partire da $550 per persona al giorno
  • In campi tendati e lodge categoria luxury - A partire da $700 per persona al giorno

I costi includono sempre le tasse dei parchi nazionali e le concession fees, alloggi in pensione completa, auto 4x4 land cruiser, benzina e guida.

DA SAPERE
In Tanzania, sebbene non siano ufficialmente obbligatorie, le mance alle guide safari rappresentano una sorta di consuetudine attestata. È prassi aspettarsi una gratificazione al termine del safari, poiché le guide sono abituate a tale usanza e la valutano come parte integrante del loro compenso. Abbiamo tentato di incorporare le mance nel costo complessivo del viaggio, tuttavia, per una preferenza espressa dalle guide stesse, abbiamo scelto di mantenere la tradizione di lasciare ai clienti il compito di consegnare le mance direttamente alla fine del safari. Il suggerimento generale è di calcolare una mancia di circa 10 dollari americani per persona al giorno, come gesto di apprezzamento per il servizio offerto, da elargirsi al termine dell'esperienza.

Macchina safari Tanzania
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 20

Il viaggio a Zanzibar

Dopo l'emozionante avventura di un safari, molti optano per concludere la loro vacanza immergendosi nella tranquillità offerta da Zanzibar e le sue incantevoli spiagge.

Tuttavia, Zanzibar è un'isola di notevoli dimensioni, caratterizzata da un numero limitato di strade che non sono sempre in ottimo stato, il che può rendere gli spostamenti da una spiaggia all'altra più lunghi del previsto. Per questo motivo è fondamentale dedicare la stessa attenzione alla pianificazione di questa parte del viaggio, per garantire un'esperienza senza intoppi e completamente rilassante.

Le migliori spiagge dove alloggiare a Zanzibar

Zanzibar, con il suo incantevole arcipelago, offre una miriade di affascinanti spiagge tra cui scegliere. La scelta dell'area ideale per alloggiare richiede attenzione: l'isola è ampia e gli spostamenti possono richiedere più tempo del previsto, oltre a non essere sempre semplici.

È fondamentale selezionare la zona di Zanzibar che meglio si allinea ai vostri desideri e alle attività che volete fare. Ogni regione dell'isola maggiore, Unguja, dispone di caratteristiche distintive. Per assistervi nella scelta della location più adeguata per te, ho suddiviso Zanzibar in aree principali, ognuna con le sue peculiarità:

Costa Nord di Zanzibar

Affascinante per le sue spiagge meno influenzate dalle maree, è molto amata per la vibrante vita notturna. Questa è la zona più popolare e turistica, proprio per la mancanza di maree. Pur essendoci molte strutture, si consiglia di prenotare con largo anticipo perchè molti hotel si riempiono con mesi di anticipo.

Costa Nord-Est di Zanzibar

Qui si concentrano molti hotel di lusso e villaggi turistici, in particolari rivolti ad un pubblico italiano. Le maree sono meno impattanti rispetto alla costa est ma sono comunque importanti. Queste spiagge sono perfette per partecipare a tour di snorkeling e immersioni presso la vicina isola Mnemba, a soli un chilometro e mezzo dalla riva.

Costa Est di Zanzibar

Nota per le sue spiagge pittoresche, questa parte dell'isola offre una ricca selezione di hotel e lodge. Tuttavia, le maree hanno un impatto significativo: in alcuni momenti del giorno, potreste dover camminare per raggiungere il punto ideale per nuotare o fare snorkeling. Non sottovalutate comunque la velocità con cui il mare si ritira e rientra ed evitate di camminare troppo lontani dalla riva. Un hotel con piscina potrebbe quindi essere una scelta saggia.

Costa Sud-Est di Zanzibar

Questa zona vanta numerose spiagge e resort incantevoli; è la mia preferita nonostante il fenomeno delle maree sia qui più evidente.

Costa Sud di Zanzibar

Il sud dell'isola, più densamente popolato rispetto al nord, offre maggiori occasioni di interazione con la comunità locale per chi cerca un'esperienza più autentica oltre all'approccio balneare.

Costa Ovest di Zanzibar

Sebbene qui ci siano meno strutture alberghiere e le spiagge siano meno rinomate, la zona ospita Stone Town, la storica capitale dell'isola, una meta imperdibile ricca di cultura e storia.

The rock Zanzibar
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 21

Quanti giorni rimanere a Zanzibar

Per vivere appieno l'essenza di Zanzibar, il periodo consigliato per una visita varia dai 4 ai 7 giorni. Questo arco di tempo ti permette non solo di immergervi nella ricca cultura e storia dell'isola, ma anche di rilassarvi sulle sue splendide spiagge.

Se avete l'opportunità di prolungare il soggiorno oltre la settimana, suggerisco vivamente di alloggiare in più spiagge. Un itinerario ideale potrebbe includere una notte a Stone Town per assaporare il suo ricco patrimonio culturale, seguita da qualche giorno nelle tranquille spiagge del nord, alternato con un soggiorno sulle affascinanti coste orientali o meridionali dell'isola.

Questo approccio offre una panoramica completa e variegata delle meraviglie che Zanzibar ha da offrire.

Zazibar mare
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 22

L'itinerario perfetto di due settimane in Tanzania e Zanzibar

Se disponete di due settimane per esplorare la Tanzania e vi state chiedendo come ottimizzare al meglio il vostro tempo, ecco un itinerario testato e ampiamente apprezzato, particolarmente adatto anche a famiglie con bambini, inclusi i più piccoli.

Questo percorso combina sapientemente l'incanto dei principali parchi nazionali del nord con le idilliache spiagge di Zanzibar, offrendo un equilibrio perfetto tra avventura nella natura selvaggia e rilassamento in paradisiaci lidi sabbiosi.

  1. Arrivo all'aeroporto di Kilimanjaro - Transfer per Arusha - Notte ad Arusha
  2. Game drive nel Parco Nazionale del Tarangire - Notte dentro il Parco Nazionale
  3. Game drive nel Parco Nazionale di Lake Manyara - Notte a Karatu
  4. Game drive nel cratere Ngorongoro - Notte nel Serengeti
  5. Game drive nel Parco Nazionale del Serengeti
  6. Game drive nel Parco Nazionale del Serengeti
  7. Transfer out aeroporto - Volo per Zanzibar - Notte a Stone Town
  8. Visita di Stone Town e tour delle spezie - Transfer per la spiaggia di Nungwi (nord) - Notte a Nungwi o Kendwa
  9. Tour a Mnemba Island - Notte a Nungwi
  10. Giorno libero a Nungwi
  11. Giorno libero a Nungwi
  12. Transfer per Pingwe o Jambiani - Giornata libera in spiaggia
  13. Giornata di mare o tour in barca da Pingew (consiglio quello in dhow che porta alle lingue di sabbia e a fare snorkeling con le stelle marine - Serata al Kae Funk o Cena al Ristorante The Rock
  14. Transfer out aeroporto di Zanzibar
Zanzibar barca locale
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 23

Costi di una viaggio in Tanzania e Zanzibar

Quanto costa realisticamente organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar? È probabile che vi siate già fatti un'idea approssimativa dei costi coinvolti, avendo compreso che un viaggio di questa natura può rivelarsi piuttosto oneroso, specialmente se avete in mente di partire in coppia e senza voler fare compromessi significativi, come per esempio rinunciare ai lodge e ai campi tendati a favore del campeggio.

È importante sottolineare che la porzione più costosa del viaggio sarà il safari. Tuttavia, una volta a Zanzibar, troverete più flessibilità nel budget, grazie alla presenza di diverse tipologie di alloggio, inclusi alcuni accoglienti guesthouse a meno di €80 al giorno.

Anche i voli hanno un impatto sostanziale sul budget complessivo: generalmente, i prezzi per i voli dall'Italia iniziano da circa €900 per persona, cui si aggiungono i voli domestici, che variano da €80 a €120 per tratta.

Durante l'alta stagione, i costi possono lievitare fino a €1500-€2000 per persona. Il mio consiglio per poter risparmiare è quello di prenotare con molto anticipo – almeno 8 mesi – specialmente se si intende viaggiare nei mesi di luglio e agosto, o di scegliere periodi meno affollati, durante i quali sia i voli che i safari tendono ad essere più convenienti.

Quindi, qual è il costo stimato per un soggiorno di 14 giorni come quello descritto? Stimo che il costo iniziale possa aggirarsi intorno ai $2,800 per persona, considerando l'opzione del safari in campeggio e pernottamenti in guesthouse gradevoli ma economiche a Zanzibar, a cui aggiungere i costi dei voli che partono da circa €900/1000 per persona.

Leoni famiglia serengeti
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 24

Alternative a Zanzibar

Se a Zanzibar ci siete già stati e non volete tornare o semplicemente cercate un'isola un po' meno turistica e remota in Tanzania le opzioni non mancano, anche se arrivano con alcune criticità.

Isola Pemba

Una mia amica, residente a Zanzibar da più di un decennio, qualche anno fa mi ha descritto Pemba come "Zanzibar prima dell'arrivo del turismo".

Quest'isola, situata a nord di Zanzibar, è accessibile via aereo o tramite traghetto e mantiene ancor oggi quella caratteristica atmosfera incontaminata. Con le sue spiagge bianche e distese, Pemba offre una fuga dalla folla, benché disponga di meno strutture alberghiere rispetto a Zanzibar.

Qui, il turismo è ancora in una fase embrionale: non aspettatevi quindi lo stesso livello di servizi o i prezzi che si trovano a Zanzibar, ma se il vostro desiderio è quello di immergervi in una tranquillità pressoché assoluta, Pemba rappresenta senza dubbio la destinazione ideale.

Mare costa Tanzania
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 25

Isola Mafia

Per lungo tempo, l'Isola di Mafia è stata un gioiello celato agli occhi del grande turismo, divenendo una meta prediletta soprattutto dai subacquei, attratti dallo spettacolare passaggio annuale dello squalo balena nelle sue acque. Sebbene le strutture ricettive siano state storicamente limitate, ultimamente si assiste a una loro graduale espansione. Anche se i prezzi tendono a essere superiori rispetto a quelli di Zanzibar, Mafia si distingue per essere un'isola lontana dai soliti percorsi turistici, offrendo un'esperienza più esclusiva e intima.

La sua posizione remota, unita alle straordinarie opportunità di diving e snorkeling, comporta sia costi maggiori sia una certa "difficoltà logistica". L'isola è effettivamente difficile da raggiungere via terra, rendendo il volo diretto da Dar es Salaam l'opzione più pratica, benché questo possa essere relativamente costoso.

Con soltanto un volo disponibile al giorno, è caldamente consigliato acquistare i biglietti con ampio anticipo per assicurarsi un posto.

Mare di isola Mafia
Come organizzare un viaggio in Tanzania e Zanzibar - Guida completa + un itinerario di 14 giorni 26

Viaggio in Tanzania fai da te. Possibile?

Pianificare un viaggio indipendente in Tanzania può presentare delle sfide. Infatti, organizzare un safari, ad esempio, richiede una pianificazione anticipata e il supporto di un operatore locale, a causa delle complesse regolamentazioni di ingresso e di conduzione nei parchi.

Contrariamente ad alcuni Paesi, dove è possibile, e relativamente semplice, fare game drive autonomi all'interno dei parchi nazionali (per esempio il Parco Nazionale Kruger in Sudafrica e il Parco Nazionale Etosha in Namibia), i parchi in Tanzania sono complessi da navigare. Non esistono mappe ufficiali e le ampie dimensioni di questi parchi possono rivelarsi problematiche per un guidatore inesperto, rischiando di far perdere le attrattive più emozionanti.

Anche trovare un alloggio non è un compito semplice. La maggior parte delle strutture presenti lungo i percorsi safari solitamente non offre prenotazioni dirette al cliente finale, riservando tali opportunità ai tour operator che usufruiscono di tariffe speciali e molto più vantaggiose.

Analogamente per il trekking sul Kilimanjaro, non è permesso l'accesso autonomo e senza l'ottenimento dei necessari permessi e del supporto di un operatore.

D'altro canto, un safari offre un'elevata flessibilità nella pianificazione. È possibile progettare l'itinerario in base ai propri interessi e al proprio budget. Tuttavia, una volta completato il safari ed il trekking, il resto del viaggio, come ad esempio una visita alle coste e delle isole, può essere molto più semplice da organizzare autonomamente. I più avventurosi possono anche spostarsi con i mezzi pubblici (a condizione che abbiate tempo a disposizione).

Contatta Giulia per un preventivo su misura

Discuti la tua idea di viaggio con un travel designer e prenota direttamente con un operatore locale
Richiedi un preventivo
Avatar di Giulia Raciti

Scritto da Giulia Raciti

Ciao, sono Giulia Raciti, appassionata di viaggi in Africa e Latino America, continenti in cui ho viaggiato per anni scoprendone gli angoli più nascosti e meno turistici. Mi occupo di Travel Design e viaggi su misura alle Galapagos, Patagonia Argentina e viaggi tribali in Etiopia e safari in Tanzania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pianifica adesso la tua avventura

Personalizza la tua avventura di viaggio

Copyright © 2011-2022
Di proprietà di Giulia Raciti
P. IVA 03630400830

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a giulia@kipepeoexperience.com e verranno immediatamente rimosse.
Privacy Policy
Cookie Policy

Pianifica la tua avventura

Lasciati guidare dai consigli dei nostri esperti e disegna il tuo viaggio su misura.
Contatta i consulenti Kipepeo
Copyright © 2011 – 2024 Kipepeo Experience a cura di Giulia Raciti P. IVA 03630400830
chevron-down