Trekking in Uzbekistan, i luoghi migliori per farlo e consigli pratici

Scritto da: Giulia Raciti
Aggiornato: Aprile 30, 2024

Quando si pensa all'Uzbekistan, il primo pensiero va alle sue magnifiche città. Samarcanda, Buchara e Khiva sono senza dubbio delle mete imperdibili, dove restare senza parole di fronte alla magnificenza delle loro moschee e madrase.

Eppure anche per gli amanti del trekking l'Uzbekistan può rivelarsi una destinazione molto interessante. Le sue montagne sono infatti più basse e semplici da affrontare rispetto a quelle dei vicini Kirghizistan e Tagikistan.

Inoltre le valli uzbeke sono disseminate di villaggi, il che significa che facendo trekking in Uzbekistan avrai veramente la possibilità di immergerti nella vita della popolazione locale.

Anche in Uzbekistan dovrai preparati alla tua avventura, ma non sarà certo come partire per le lande del Pamir. Un trekking quindi alla portata di tutti, anche per chi si sta cimentando da poco con le scarpinate. Andiamo adesso a vedere dove fare trekking in Uzbekistan.

Le zone principali dell'Uzbekistan

Fondamentalmente sono tre le regioni dell'Uzbekistan in cui poter fare trekking:

  1. Monti Nuratau: probabilmente la più conosciuta dai viaggiatori in Uzbekistan. Il periodo migliore per fare trekking in quest'area nell'Uzbekistan del sud, corrisponde con le stagioni intermedie concentrandosi su aprile-magio e ottobre-novembre. L'inverno è un periodo sconsigliato per il trekking in tutto l'Uzbekistan, ma sui monti Nuratau è sconsigliata anche l'estate per via del caldo. Il tuo punto di partenza per il trekking sarà la città di Sentyab;
  2. Monti Chaktal: altra meta popolare tra gli amanti del trekking, anche solo per via della sua vicinanza alla capitale, trovandosi di fatto a soli 80km a nord di Tashkent. Il periodo più adatto per il trekking è qui il periodo estivo, ossia da giugno a settembre. La maggiore altezza rendi questi monti non molto adatti alle escursioni in primavera ed autunno, a causa delle condizioni metereologiche. La base di partenza più popolare dell'area è sicuramente la cittadina di Chimgan;
  3. Catena del Turkestan: raggiungibile da Samarcanda, si trova in buona parte del confine tra Uzbekistan, Kirghizistan e Tagikistan. Qui troverai un vero mix etnico tra la popolazione che vive in questa zona lontana dalle grandi città. Essendo collegata alla Valle di Ferghana, ricorda che qui il sentimento religioso islamico è molto sentito. L'area offre oltre 150km di sentieri ed anche qui il periodo migliore per uno splendido trekking è l'estate, da giugno a settembre. Organizza con cura le tue escursioni.
natura uzbekistan
Trekking in Uzbekistan, i luoghi migliori per farlo e consigli pratici 4

Le mete imperdibili trekking in Uzbekistan

Nuratau Sentyab

Questo ma anche gli altri villaggi di questa catena facilmente raggiungibile sia da Samarcanda che da Buchara, sono una vera oasi di pace. Asraf, Hayat oppure Mosrum, qualunque villaggio tu voglia visitare troverai una pluralità di ambienti naturali e minoranze etniche tagiche e kazake. Inoltre l'esperienza dei Monti Nurata, ben si combina con una sosta nel deserto del Kyzylkum, dove potrai fermarti nell'omonimo campo yurte per godere di un cielo notturno ricoperto di stelle.

Riserva naturale di Nuratau

Un vero paradiso per gli amanti della natura. L'unico luogo al mondo dove la pecora selvaggia di Severtsov vive allo stato brado, ma anche lupi, cinghiali, volpi ed una grande quantità di specie di uccelli, che rende la riserva molto adatta al birdwatching.

Anche se sei appassionato di flora, non resterai certo deluso. Numerose le specie botaniche di grande interesse tra cui spiccano dei tulipani caratteristici di questa zona.

Monti Chaktal Parco Nazionale di Ugam-Chatkal

Oltre sessantamila metri quadrati di area protetta sui Monti Chaktal, dove troverai laghi, gole, fiumi e montagne. L'avventura per gli amanti del trekking qui non manca di certo. Tra le principali attrazioni del parco c'è il lago Charvak, la più importante fonte di approvvigionamento idrico per Tashkent.

Potrai poi esplorare l'altopiano di Pulathan situato ad oltre tremila metri d'altezza e ricco di grotte e leggende. Da maggio a luglio, ammirerai i prati in fiore.

Gola di Gulkam

Un'escursione un po' più difficoltosa, per cui si consiglia l'uso di una guida locale. La gola è famosa per gli stretti corridoi, le cascate ed i fiumi impetuosi. Per raggiungerla dovrai attraversare il Passo Pesochny (1870m) e quindi camminare per circa 3km lungo una pietraia. In generale questa escursione, che in alcuni tratti richiede l'uso di corde, dura tra le cinque e le sette ore. Non è un caso che questa gola sia famosa tra gli appassionati di sport estremi;

Lago Urungach

Si trova non lontano dalla già citata riserva di Charvak, dove la strada che la costeggia offre interessanti panorami nonché diversi villaggi tagichi e kazaki.

Questo lago montano ricorda alcuni laghi famosi e molto fotografati che si possono trovare nei pressi di Bishkek e Astana. La sua popolarità lo rende un luogo abbastanza affollato nel weekend, meglio quindi visitarlo in settimana. Dal parcheggio al lago impiegherai circa un'ora e mezza di camminata, puoi anche affittare un cavallo.

Catena del Turkestan: Parco Nazionale di Zaamin

Si tratta della più vecchia area protetta dell'Uzbekistan, costituita nel 1976 per proteggere delle foreste di ginepro. Raggiungibile da Jizzak, questo parco ha un'altitudine molto varia, andando dai 1200 agli oltre 4000 metri sul livello del mare.

Il parco è famoso per la sua flora e la sua fauna, da segnalare le oltre cinquecento erbe medicinali presenti. L'area è famosa per le proprietà curative, tanto che nei suoi pressi è stato edificato un sanatorio.

lago aral uzbekistan
Trekking in Uzbekistan, i luoghi migliori per farlo e consigli pratici 5

Altre catene dove fare trekking in Uzbekistan

Se vuoi fare trekking in altre aree, ti consigliamo queste catene per lo più situate tra Uzbekistan e Tagikistan:

  • Catena del Zeravshan: questa catena ha una sua notorietà e corre parallela a quella del Turkestan. Tra le mete più famose di questa area ci sono sicuramente i Monti Fan, che ne rappresentano la parte più elevata;
  • Catena dei Monti Gissar: raggiungibile da Shahrisabz, corre a sud della catena del Zeravshan. Qui troverai il lago Iskanderkul, nella sua parte centrale, nonché la riserva naturale Hisor, altro nome dei Monti Gissar.
  • Catena dei Baysuntau: la città più vicina di questa catena è Boysun, la catena è collegata alla parte sud-ovest dei Monti Gissar. Numerose le grotte, i canyon ed i prati. Di notevole interesse i panorami presenti;
  • Valle di Ferghana: ci spostiamo adesso più a nord, nella Valle di Ferghana. Non molto nota come meta di trekking, anche questa parte di Uzbekistan può offrire dei percorsi per interessanti camminate. Ad esempio potrebbe essere interessante il percorso ad anello (circa 40km) che ti porterà da Ferghana a Margilan, importante snodo di quella che fu la Via della seta, materiale per la cui lavorazione Margilan è famosa ancora oggi. Avrai modo di scoprire un'area che è un vero caleidoscopio etnico.
trekking uzbekistan
Trekking in Uzbekistan, i luoghi migliori per farlo e consigli pratici 6

Informazioni utili per organizzare un trekking in Uzbekistan

  • Permessi: alcune aree richiedono particolari permessi, ad esempio la biosfera Nuratau-Kyzylkum. Contatta le autorità oppure dei tour operator locali e fai una copia dei permessi ricevuti;
  • organizzato o da solo.
  • L'Uzbekistan offre itinerari trekking di tutti i livelli, decidi tu se prenotare un trekking organizzato oppure pagare una guida locale sul posto. Magari informati prima sul livello di difficoltà; resta idratato: in Uzbekistan può fare molto caldo, assicurati di avere sempre con te dell'acqua. Se decidi di utilizzare quella di fonti trovate lungo il percorso, porta con te un sistema di purificazione;
  • Parti assicurato: come detto, l'Uzbekistan ha trekking di ogni livello, prima di partire sii consapevole del tuo stato di salute in modo da scegliere il più adatto e, come ovvio, non partire senza assicurazione;
  • Dove dormire: fare trekking in Uzbekistan ti permetterà di dormire nei villaggi che incontrerai sul tuo cammino, ovviamente servirà spirito di adattamento. Altra soluzione molto popolare è quella del campeggiare.

Consigli

  • Rispetta le usanze: l'Uzbekistan è un paese religioso, rispettane le usanze nel vestire. Togliti le scarpe prima di entrare in una casa e ricorda che il pane è sacro. Non lasciarne pezzi nel piatto o per terra;
  • Impara la lingua: in Uzbekistan potrai comunicare nei villaggi parlando russo, ma farai davvero felice il tuo interlocutore con qualche frase in uzbeko o tagiko. Ti avvicinerà ancora di più alla popolazione locale;
  • Mangia la carne: in montagna è segno di grande onore offrire della carne ai propri ospiti, così come è molto offensivo rifiutarla. Se sei vegetariano o vegano sarai messo di fronte a scelte etiche importanti;
  • Scarica le mappe: anche se hai deciso di utilizzare una guida locale, scarica mappe online affidabili. Potrai verificare altezze, distanze e condividere con qualcuno i tuoi percorsi, cosa utile in caso di emergenza;
  • Vestiti a strati: anche in Uzbekistan il tempo può essere imprevedibile, con repentini cambiamenti. In questi casi la cosa migliore è vestirsi a strati, per potersi adattare alle condizioni atmosferiche del momento.

Cosa mettere nello zaino

  • Stivali da trekking robusti con un buon supporto alla caviglia
  • Strati di vestiti adatti alla stagione e alle condizioni meteorologiche
  • Protezione solare, inclusa crema solare, occhiali da sole e un cappello a falde larghe
  • Un kit di pronto soccorso con forniture mediche essenziali
  • Bottiglie d'acqua sufficienti e un metodo di purificazione dell'acqua
  • Snack ad alto contenuto energetico per sostentamento durante le escursioni
  • Una mappa e una bussola affidabili o un dispositivo GPS
  • Una torcia frontale o una torcia elettrica
  • Attrezzatura da campeggio di base se hai intenzione di campeggiare

Non ci resta che augurarti buon trekking in Uzbekistan!

Contatta Pietro per un preventivo su misura

Discuti la tua idea di viaggio con un travel designer e prenota direttamente con un operatore locale
Richiedi un preventivo
Avatar di Giulia Raciti

Scritto da Giulia Raciti

Ciao, sono Giulia Raciti, appassionata di viaggi in Africa e Latino America, continenti in cui ho viaggiato per anni scoprendone gli angoli più nascosti e meno turistici. Mi occupo di Travel Design e viaggi su misura alle Galapagos, Patagonia Argentina e viaggi tribali in Etiopia e safari in Tanzania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pianifica adesso la tua avventura
Copyright © 2011-2022
Di proprietà di Giulia Raciti
P. IVA 03630400830

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a giulia@kipepeoexperience.com e verranno immediatamente rimosse.
Privacy Policy
Cookie Policy

Pianifica la tua avventura

Lasciati guidare dai consigli dei nostri esperti e disegna il tuo viaggio su misura.
Contatta i consulenti Kipepeo
Copyright © 2011 – 2024 Kipepeo Experience a cura di Giulia Raciti P. IVA 03630400830
chevron-down