Seguici
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram

Recensioni Viaggio in Etiopia

 

2722 Overall rating: ★★★★★ 5 based on 10 reviews
5 1

5 days of Wonder

2722
★★★★★
Durante il viaggio siamo stati benissimo e consigliamo caldamente Nure e il suo team. Avevamo un programma piuttosto stretto per appena 5 giorni, quindi dovevamo fare affidamento su una persona affidabile per organizzare tutto in così poco tempo. Seguendo il consiglio di Giulia e Nure, ci siamo concentrati su Danakil, Erta Ale e Lalibela e ci siamo goduti ogni minuto. L'Etiopia settentrionale offre una tale varietà di splendidi paesaggi che è quasi incredibile! L'organizzazione era impeccabile, i nostri autisti e guide erano cordiali e ben informate. Ci siamo sempre sentiti seguiti ed al sicuto. Grazie ancora Nure per esserti preso cura di noi e per aver aperto le porte del tuo bellissimo paese!
- Francesca Maiocchi

UN VIAGGIO INDIMENTICABILE!

2722
★★★★★
Visitare l'Etiopia è stato semplicemente meraviglioso, questa terra ti rimane attaccata addosso nella sua infinita bellezza e lascia un ricordo indelebile. Lo staff è ben organizzato e molto professionale, merita di essere elogiato., Non è stato facile ripartire, ma il pensiero di poterci ritornare aiuta a rimediare a questa piccola sofferenza. Un infinito Grazie a Giulia e Nure che ci hanno dato la possibilità di vivere emozioni indimenticabili!!!
- Davide Giustozzi

Viaggio in Omo Valley

2722
★★★★★
Siamo appena rientrati dall'etiopia, un viaggio nel profondo sud del paese fino all'Omo Valley. un viaggio di 12 giorni organizzato perfettamente nei minimi particolari da Giulia e Nure. Due persone fantastiche, come raramente si incontrano nella vita. Nure ci ha accompagnato per tutto il viaggio, attento ad ogni bisogno sempre allegro e disponibile, e soprattutto una persona che ama il suo Paese e cerca di mostrarlo con il suo sguardo a chi ha il piacere di visitarlo. Un viaggio edificante , che ti ruba il cuore e lo sparpaglia tra i sorrisi di tanti bambini che rimangono impressi nella memoria per sempre. mani che stringono mani, abbracci, lacrime e grandi sorrisi questo è stato il nostro viaggio, alla scoperta di un popolo che vive con poco, quasi nulla, ma che conserva ancora intatto il suo spirito puro. Grazie di tutto ragazzi !!❤ እወድሻለሁ
- Roberta Coni

Etiopia nel cuore

2722
★★★★★
Che dire mia cara , effettivamente avevi ragione, l'Etiopia è grandiosa! Addis Abeba la capitale, una delle tre capitali più alte nel mondo, città dalle molte contraddizioni , ma che ti lascia a bocca aperta. L’ immenso mercato coperto – dove si trova di tutto e di più, si entra e incontri persone incorniciate in un contesto che ha dell’irreale ma parte viva, i molteplici odori inverosimili, profumi colori ti inebriano, un contrasto avvincente è un tutt’uno: spezie –erbe -cereali- tutto si miscela in un grade abbraccio collettivo. Volti sguardi sorrisi, si incrociano, stupore in certi momenti , incredulità, ma tutto così vero così reale . Addis Abeba la capitale dalle 130 ambasciate e dopo quelle il popolo in strada, condiviso insieme ai loro animali, la loro fonte di Vita e Salvezza.. Siamo rimasti senza parole nel vedere come tutto si svolge lungo le strade, il loro BAR, ritrovo di scambi di relazione. La rotta storico-religiosa- GONDAR -LALIBELA La religione così sentita e forte, questi grandi raduni di gente che si incontra in luoghi MISTICI in una PREGHIERA dal forte coinvolgimento ci ha fatto molto riflettere. La loro religiosità così intima e partecipata in tutte le sue parti ci ha fatto comprendere come noi ci siamo superficiali nella nostra religiosità. E CHE DIRE DELLE CHIESE! Una Meraviglia senza eguali, .stupore e grande ammirazione ; come l’uomo riesce a costruire qualcosa di grandioso di unico… non servono parole per descrivere tanta bellezza. Ci siamo immersi insieme a questo ( candido) popolo, avvolti nei loro shamma- scialli bianchi in candore e miseria, in questa atmosfera ci siamo lasciati andare alle emozioni, gioia e insieme sofferenza, nel vedere e comprendere come è difficile sopravvivere e come l ‘immensa FEDE riesce ad aiutare questo popolo ad accettare di vivere in condizioni così precarie e di stenti…un popolo dalla forte dignità e dal grande CUORE. HARAR città che nonostante sia patrimonio dell’UNESCO non ci ha coinvolti emotivamente, molto trascurata poco accogliente, si , le case colorate,.la gente, il mercato dell’erba mitica, città mussulmana ed il popolo molto diverso. Si parte per il meraviglioso e straordinario sud: la mitica Valle dell’Omo dove abbiamo la certezza che lì ci incanteremo difronte a tanta BELLEZZA. Il percorso- la STRADA, luogo di incontri, è fatto di natura di luoghi incantevoli , di popolo , uomini –donne ma soprattutto bambini, mio Dio quanti bambini dai grandi occhi, larghi sorrisi e grandi abbracci, una forza della natura, noi sbalorditi da come piccolissimi siano già inseriti nel contesto relazionale. I VILLAGGI così diversi, dove usanze- tradizioni- cultura- folclore fanno da padrone. Bellissimi tutti i villaggi ognuno con le sue diversità, ma dove le persone si distinguono per la loro forza, forte nella loro capacità di continuare a VIVERE le loro tradizioni così importanti, così Sacre, quanto per noi sono state LE SENZAZIONI- EMOZIONI che ci hanno REGALATO. Incredulità nel vedere tutto questo, ma il cuore gonfio per avere vissuto momenti da SOGNO. Ci siamo risvegliati a casa ma in me è ancora molto vivo quello che ho vissuto il calore e l’ umanità che abbiamo respirato è parte di me – di noi. L'accoglienza da parte di Nure è stata molto calorosa, bella piacevole, percepita. Gli autisti molto bravi, meravigliosi ci hanno accompagnati facendoci sentire dei signori e che dire della guida, Antonio, professionale , preparato un grande guardiano attento a tutto , non ha mai tralasciato nulla, ci siamo sentiti veramente bene, coccolati e viziati. Sono stati molto attenti a tutte le nostre esigenze nulla è stato tralasciato.. Grazie della vostra accoglienza e generosità , siete stati meravigliosi tutti! Vi portiamo nel nostro cuore Grazie, grazie, grazie. Siamo stati bene!
- Rossella Pulga

Etiopia, un sogno per i fotografi!

2722
★★★★★
Abbiamo viaggiato per 22 giorni dal nord a sud del Paese. Grazie all'attenta pianificazione di Giulia, sempre pronta a darci consigli e ad indirizzarci sulle tappe migliori e la precisione di Nure, che ha contribuito a rendere il viaggio ancora più bello, quanto abbiamo vissuto ha rispecchiato le nostre aspettative. Anzi, è andato ben oltre. Abbiamo scalato il vulcano Ertale nella Dancalia, scoperto le chiese nascoste di Geralta, navigato sul lago Tana, goduto delle meravigliose chiese di Lalibela e poi vissuto qualche giorno con le tribù nella Omo Valley, in cui siamo stati accolti a braccia aperte dall'affettuoso Kala e la sua famiglia. Temavamo un pò la parte dell'Omo Valley, che alcuni definiscono "human Safari", ma grazie alla possibilità di campeggiare con loro a fianco alla capanna e senza servizi igienici di alcun tipo (quindi cosa non adatta a tutti ma Giulia informa sui pro ed i contro di questa scelta) e anche alle indicazioni che ci sono state date prima di partire, che ha a che fare con l'attitudine con cui si affronta questa parte di Paese, l'estensione al sud è stata a dir poco meravigliosa, e le foto, sono un fotografo, decisamente tra le più belle ed emozionati mai fatte durante i tanti viaggi nel mondo. Tutto è andato alla perfezione ma soprattutto quanto pianificato è diventato un viaggio tra amici alla scoperta di una cultura affascinante e decisamente inaspettata. Grazie per tutto, è stato un viaggio eccezionale e pieno di sorprese!
- Valerio P.

Mal d'Africa

2722
★★★★★
Era da tempo che avevamo scelto l’Etiopia come nostra prossima meta di viaggio, ma le difficoltà di organizzazione ci avevano sempre fatto desistere e rimandare la partenza. Siamo abituati a costruirci i viaggi da soli e si sa in Africa le cose non sempre sono semplici. Per caso abbiamo letto i racconti di Giulia ed abbiamo così deciso di contattarla, subito ci ha ispirato fiducia, una fiducia meritatissima ed assolutamente ben riposta. I suoi consigli di fatto hanno trasformato la parte più complicata del viaggio, in quella più rilassante. Abbiamo trascorso 23 giorni emozionanti, intensi, tra le genti del sud nella Omo Valley ai paesaggi mozzafiato di Lallibella, Gheralta e fra i castelli di Gondar, a quelli unici ed insoliti della Dancalia dove non scorderemo mai la fatica e l’emozione di trovarsi sulla bocca dell’Erta Ale con il suo odore pungente di zolfo, e la beatitudine di bere vino, rigorosamente etiope, al tramonto sul lago salato come tanti vecchi amici. Ogni angolo, ogni paesaggio, ogni persona era uno scatto fotografico, una sorta di volontà di portare con noi ogni immagine che possa ricreare quelle emozioni che magicamente abbiamo potuto vivere e ci hanno accompagnato costantemente. Gli sguardi, gli occhi profondi delle persone, i sorrisi e le danze dei bambini per le strade, il sapore intenso del caffè, saranno sempre nei nostri cuori come sarà sempre nel nostro cuore Nure la persona che con la sua semplicità, onestà, premura ed affidabilità, ha reso possibile tutto ciò e che ci ha accompagnato per mano presentandoci questo immenso spettacolo dandoci il privilegio di assistere dalla prima fila. Privilegio che ci ha accompagnato per tutti i 23 giorni, facendoci sentire sempre degli ospiti speciali in ogni situazione, come scattare foto durante il Timket di Addis Abeba a fianco dei più blasonati giornalisti delle tv internazionali. L’Etiopia è un paese speciale come speciali sono le sue genti, fiere oneste e leali, difficilmente si potranno scordare. Nure grazie per aver reso questo viaggio emozionante oltre ogni nostra aspettativa, Ciao a presto ! Grazie Giulia per averci dato la possibilità di conoscere l’Etiopia! Fabrizio e Manuela
- Fabrizio

Etiopia del Nord

2722
★★★★★
La scelta dell’Etiopia del nord è avvenuta per caso, come per caso mi sono imbattuta nei racconti di viaggio di Giulia ai quali mi sono subito appassionata. Trasmettono amore per la scoperta e la conoscenza dei luoghi e delle persone. Giulia ha risposto alle nostre curiosità, ci ha consigliato alcuni aggiustamenti rispetto alle mete che le avevamo proposto e ha costruito un itinerario cercando di concentrare nel tempo a nostra disposizione (2 settimane) quanto possibile. Siamo partiti senza sapere cosa ci avrebbe atteso in questo angolo di Africa..il viaggio si è rivelato sorprendente. I colori nella stagione delle piogge sono saturi: il verde lussureggiante dell'altopiano, il rosso della pietra di Lalibela, il color cioccolato della terra. Lalibela e Gheralta da sole valgono il viaggio. Scalare una parete di 8 metri a piedi nudi per raggiungere una delle chiese più inaccessibili del mondo resterà, credo, una delle esperienze più entusiasmanti della mia vita. lI trekking su Semien durante la stagione delle piogge - come Giulia ci aveva ampiamente anticipato - non sono propriamente consigliati per una questione di visibilità e per le condizioni delle strade,..abbiamo già un buon motivo per ritornare! I nostri autisti (ma definirli tali è riduttivo) sono stati preziosi perché ci hanno permesso di conoscere meglio la realtà etiope e non da ultimo hanno contributo a far sì che tutto il viaggio non avesse intoppi. Le strutture alberghiere proposte sono, a nostro avviso, di alto livello (abbiamo viaggiato in condizioni ben più spartane in passato) ma come ci è stato spiegato prima di partire in Etiopia non esistono ancora "vie di mezzo". L’Etiopia è una terra che sorprende, che merita di essere vista e conosciuta con calma. E’ una terra anche di contrasti: la modernità introdotta prepotentemente e i cantieri continui si oppongono alle meraviglie naturali che si snodano lungo l’altopiano, la frenesia di Addis Abeba è compensata dal silenzio e dalla pace nei canyons di Gheralta.. Che altro dire?! Ameseghenallo (grazie) Etiopia e a presto.
- Giulia

Etiopia

2722
★★★★★
E' la seconda esperienza con Giulia Raciti ed il suo Team. Le emozioni vissute in Peru' ci hanno trascinato senza esitazione ad una nuova avventura organizzata ad arte da questa magica ragazza e da un Super “Nure", il suo riferimento principe on site. Ad Ottobre siamo “partiti” determinati per la “Transiberiana” con il progetto di terminare l’ennesima nostra magica esperienza in una tenda del Deserto del Gobi in Mongolia; ma la dedizione, il trasporto ed i racconti della nostra amica Giulia Raciti di “viaggiare Low Cost” ci hanno convinto ad alzare ulteriormente l’asticella prenotando in quattro e quattr’otto il volo per Addis Abeba. Una magica combinazione tra qualità-prezzo e sua profonda conoscenza della terra hanno generato ben poche mail per trovare il “punto d’incontro” e confermare tutto. Premetto che questo non è un viaggio per chiunque, non perché sia pericoloso, tutt'altro, ma necessita di una certa dose di spirito di adattamento. Il nostro viaggio si e' articolato dal nord al sud: innanzitutto la parte settentrionale, la cosiddetta “Rotta Storica”, per poter visitare appunto la parte storico-culturale del Paese; poi la parte meridionale, che potremmo definire naturalistica ed etnica, dove abbiamo avuto modo di ammirare la natura nelle sue svariate espressioni ed incontrare le diverse tribù che vivono laggiù……. Konso, Hamar, Benna, Ari, Mursi, Dasanech. Nella valle di un grande fiume, l’Omo, ultima wilderness africana, cuore caldo dell’Etiopia, tra montagne e foreste, aride savane e laghi incastonati nell’enorme spaccatura della Rift Valley, un Dio generoso ha voluto far nascere e crescere, uno accanto all’altro, una trentina di popoli. Alcune centinaia di migliaia d’individui sono sopravvissuti con un’economia di sussistenza in una fase di protostoria, lontano e fuori dalle vicende del mondo, mantenendo cristallizzate fino a oggi tradizioni e stili di vita ancestrali. Dando origine a un incredibile e gigantesco museo etnografico vivente, unico sul pianeta, rimasto intatto per millenni grazie al totale isolamento di queste terre remote. Un’umanità unica, ferma a millenni fa 17 giorni nei quali, grazie a questi splendidi ragazzi ci e' stata offerta la possibilità di vedere di tutto e di più, chilometri e chilometri di strade sterrate e polverose, avventura, 7 hotel diversi: insomma, non certo riposante, ma interessante ed emozionante certamente si. Questo viaggio e’ stata emozione allo stato puro Un paese ricco di cultura con genti ed aree geografiche diverse e di interesse straordinario. Si pensi al nord con la sua storia cristiana profondamente radicata, tangibile, nelle tradizioni che continuano, nell’architettura delle chiese in roccia, nei caratteristici dipinti, nelle differenti vestigia archeologiche. Il tutto in una cornice di gole, valloni, canyon, che si avvicendano senza fine. Il Paese degli Awra Amba (fondato da Zumra Nuru), persone aventi una visione dl mondo utopica che si fonda sulla totale uguaglianza (a prescindere da genere, eta’ razza, status sociale o visione politica e religiosa) sulla condivisione delle responsabilita’ in base alle abilita’ di ciascuno e sulla convinzione che il duro lavoro e l’istruzione siano il fondamento di una vita giusta. Ma è stato per noi soprattutto il Paese (appositamente maiuscolo, perché’ sono superiori, un Popolo in cammino che non molla mai) di tante piccole mani, di tanti sguardi curiosi, di tanti occhioni scuri, di tanti sorrisi e di tanti saluti, ed è senz’altro questa la cartolina più bella che abbiamo messo in valigia , una cartolina che non potremo mai spedire ma che porteremo per sempre nel nostro cuore. L’ Etiopia dà, e nulla toglie, l’Etiopia è calda e profuma di vita e di Bunna (caffè): amaro, come l’amaro in bocca, dolce, come gli occhi dei bambini che ti guardano, ti studiano, ti sorridono, e poi ti mancano, da morire. La cosa che ci ha colpito da subito al nostro arrivo sono stati gli occhi della gente, a partire da Nure. Occhi che permettono di leggere un cuore puro ed incontaminato dal consumismo dilagante che affligge gran parte del globo. Occhi grandi, occhi profondi e infiniti come l’Universo, occhi che raccontano storie e leggende, occhi capaci di regalarti emozioni, occhi che sanno come guardarti nell’anima, occhi sinceri, fieri e limpidi come il loro cielo azzurro, occhi che sembrano custodire per sempre il segreto del grande mistero che ci circonda. Qui ogni giornata è intensa e autentica, ogni giornata sembra un miracolo divino. Forse perché c’è abbastanza spazio ovunque per essere se stessi. Sicuramente Nure ha agevolato il nostro percorso. Ogni incontro, ogni persona ti lascia una traccia di se’. Nure, Kala, Ephrain, Habtamu, Bekele,Wiki, Carol, Asi, Mudo, Getananch, Bekane, Sasey, Dereje, Tade, Misha, Tesfaye, Pikanu e mille altri abbracciati e vissuti con il calore che meritano. Ogni momento viene forgiato e creato, dalle parole, dai gesti e dall’ umanità di questo popolo affascinante e ricco di una storia e di una coscienza antichissime. L’Etiopia è un paese che ti entra dentro di prepotenza, non ti avvisa e non ti rassicura ma va vissuto con le persone giuste. Giulia ed il suo team make things happen!!!! Per l’Africa auspico un futuro di crescita e stabilità che le consentano di sviluppare pienamente le enormi risorse che possiede . I cambiamenti sono continui: dighe, ponti, strade, infrastrutture moderne. Maledetti Cinesi ovunque. Mi auguro solo che si riesca a mantenere il giusto equilibrio tra il necessario progresso economico e la tutela del prezioso ambiente naturale e delle tradizioni culturali. Ma sappiamo che utopica la nostra speranza cosi’ come e’ utopico pensare ad un mondo che rispecchi il microcosmo di Zumra Nuru. Tutti viviamo in un mondo nostro, ma se guardiamo il cielo stellato, la natura che ci circonda, ci accorgiamo che intorno a noi c'è una vita degna di essere vissuta, c'è tutto un mondo da scoprire, soprattutto se è molto lontano dal nostro modo di vivere. Certi viaggi non sono semplici o scontati e per viverli intensamente da subito bisogna affidarsi a professionisti che basano la loro quotidianità’ sulla passione. Questo e’ viaggiare Low Cost e la sua anima sono Giulia Raciti ed il suo Team, che in giro per il mondo sta portando avanti la sua splendida filosofia. Grazie di cuore Etiopia. Grazie di cuore Giulia e Pure. Lele, Marta, Giacomo, Francesco, Laura, Sarah, Giulia ed Andrea.
- Andrea Giachero

etiopia dicembre2016-gennaio2017

2722
★★★★★
Abbiamo trascorso 4 settimane di grandi emozioni, di continue scoperte e di incontri sempre ricchi e sorprendenti. Avevamo contattato in novembre Giulia per chiedere informazioni su questo lungo viaggio. Da subito si è resa disponibile creando un itinerario che potesse rispondere alle nostre esigenze. Siamo stati affidati ai servizi di Nure che oltre ad essere una valida guida ci ha accompagnato per buona parte del viaggio guidando il mezzo con molta competenza. Anche la scelta delle guide locali, della agenzia che ci ha accompagnato in Dancalia e del driver che ci ha condotto lungo la Valle dell'Omo e nel Sud Etiopia, è risultata orientata alla professionalità ed alla accoglienza. La scelta dei ristoranti e degli alberghi, dove possibile, è stata di buon livello e generosa. I rapporti personali con Nure e Giulia si sono approfonditi durante il viaggio e ora li sentiamo un po' amici. grazie!
- Laura

Un Paese bellissimo

2722
★★★★★
Ciao Giulia, per iniziare, tutto é andato molto bene. Dal punto di vista naturalistico ci é piaciuto molto, in particolar modo l´Erta Ale..ma in realtà tutto ;-). Parlando di organizzazione non abbiamo lamentele, l´unico problema si é presentato con la tenda alle Semien Mountain, ma di questo abbiamo già parlato con Nure e alla fine ce la siamo cavata molto bene. Le accommodation erano sempre più che ok, se possibile potreste inserire anche qualche opzione un po´più budget. Nella seconda parte del viaggio abbiamo avuto come driver/guida Alem, che é molto bravo e ha reso questa parte del viaggio più interattiva, facile, stimolante...quindi oltre a raccomandare lui, come consiglio in generale poter appoggiarsi a driver/guida che sappia esprimersi in inglese. grazie mille ancora di tutto, saluta Nure da parte nostra Saluti Raffa e Matteo
- Raffealla e Matteo
Supported By: Starfish Reviews

 

Hai viaggiato con noi? Lascia una recensione 

Name
Email
Review Title
Rating
Review Content